scavo archeologico

Scavo archeologico da luce a uno scheletro gigante

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Bentornati ragazzi; Gli operai di un banale scavo archeologico hanno trovato di fronte a loro un enorme scheletro umanoide.

Allo scheletro possiamo attribuire anche proprietà miracolose, per esempio il dono dell’ubiquità. Lo stesso scheletro appare in passato anche in Germania e Gran Bretagna; nel 2015 lo troviamo in Portogallo. Le tournée del nostro amico suscitano curiosità e dibatto ad ogni sua tappa. Tra tanti facciamo notare il thread di un forum olandese, del 2014, si discute del presunto occultamento da parte dello Smithsonian (importante museo americano) di scheletri che dimostrerebbero l’esistenza dei Nephilim nel passato; vi troviamo la stessa identica foto di questa bufala.

Le immagini vengono studiate anche nei vari siti dove compaiono assieme a quella del sedicente scheletro di Caserta. Tutto nasce dall’attività di ricerca a caccia di nuove riserve di gas; precisamente, in una regione a sud-est del deserto arabo. Qui ha origine la sconcertante scoperta di resti scheletrici appartenuti ad un essere umano dalle dimensioni fenomenali… questo durante un elaborato scavo archeologico.

Il team responsabile del ritrovamento si sarebbe chiamato “Aramco Exploration”, ma in realtà questo ritrovamento non esiste.

Per i più intransigenti analizziamo anche i particolari. La ruspa che si vede vicino al presunto gigante, arriva dal sito di una impresa edile; copiando e incollando l’immagine sui motori di ricerca, il gioco è fatto.

http://www.radiofakenews.it[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *